AVVISI AI SOCI

Importante

il Club Il Volante ricorda agli iscritti e simpatizzanti che la quota del tesseramento per l'anno 2014 è fissata in € 100,00. L'iscrizione scade il 31 dicembre di ciascun anno e deve essere rinnovata entro il 28 febbraio altrimenti non si può usufruire dei servizi.

Leggi tutto... Tesseramento  

Login

Resoconto scala di giocca 2009

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Tanti appassionati di auto d’epoca e delle gare automobilistiche si sono ritrovati sabato e domenica 21 giugno per la mitica Scala di Giocca-Osilo Trofeo Città di Sassari, la più importante manifestazione motoristica dell’isola.  Dopo il successo delle scorse edizioni, in particolare quella del 2008 che vanta la partecipazione di 120 auto e 25 moto storiche provenienti da tutti i club della Sardegna, la società “Il Volante”, in collaborazione con l’Automobile Club di Sassari, ha organizzato la XII edizione di questa importante manifestazione. Quest’anno la gara in salita,  è stata dedicata alla memoria di Nino Sechi. Patrocinato dai Comuni di Sassari e di Osilo, dalla Provincia e dal Coni, l’evento sportivo, contava la presenza di numerosi equipaggi con vetture uniche come la Fiat 509 del 1927 e la Dodge del 1942 del professor Paolo Ugo Pinna Parpaglia, autore del libro Motori Lontani. Non sono mancate Ferrari, Porsche e Alfa Romeo. Domenica, dalle 9, auto e moto hanno fatto un giro turistico nel cuore della città. Prima di entrare nel vivo della competizione, una tappa al Parco dell’ex ospedale psichiatrico di Rizzeddu, dove il corteo è stato accolto dalla banda musicale Città di Sassari e dai ragazzi dell’Associazione Afarp di Angelo Pisuttu, nominato commissario di percorso per l’occasione.

Era presente in Piazza d’Italia a Sassari il vice comandante dei Vigili Urbani Gianni Serra che hanno aperto il percorso cittadino con una parata di motociclisti. A ricevere i partecipanti l’organetto di Inoria Bande, figlia d’arte.

 

Gallery fotografica

 

Abbiamo apprezzato l’intervento di Angelo Melis, presidente del Club AAE Sardegna che ha ricordato la comune passione per il motorismo d’epoca e si è complimentato per la riuscita della manifestazione incoraggiato il Club Il Volante a proseguire nella organizzazione di manifestazioni rievocative e di aggregazione tra i soci e gli appassionati. Un ringraziamento speciale ai partners dell’evento 20009 tra cui:

CONI (Presidente provinciale GianNicola Montalbano) - Provincia di Sassari (Assessore allo Sport, Roberto Desini) – Comune di Sassari (Sindaco Gianfranco Ganau)

 

L’impegno organizzativo del Club “Il Volante” ha consentito ormai da parecchi anni la realizzazione della manifestazione, divenuta un appuntamento da non mancare. La Scala di Giocca Osilo di quest’anno è stata caratterizzata da alcune novità in grado di rievocare eventi storici lontani nel tempo. La memoria di un’epoca in cui il rombo dei motori, la polvere, i piloti, rappresentavano un che di inarrivabile, per una società ancora contadina. La presidente Wanda Casula, ha messo in risalto le innumerevoli iniziative portate a termine negli ultimi anni, non ultima, quella di aderire all’iniziativa promossa dall’Automotoclub Storico Italiano (che ha già stanziato 250mila euro) per aiutare l’Abruzzo colpito dal terremoto. Il direttivo ha testimoniato anche la costante crescita degli iscritti, la cui passione, unita alla grande competenza, permette di mantenere in perfetta efficienza dei veicoli che costituiscono ormai un patrimonio unico. Prova del livello raggiunto nei restauri, è stata la consegna, qualche tempo fa, di alcuni “certificati di identità” e dell’ambita “targa oro” a ben trenta soci. A seguito di una sessione di verifica avvenuta a Sassari, tenuta dai funzionari dell’Automotoclub Storico Italiano, sono stati attestati l’originalità e l’interesse storico di alcuni “gioielli” d’epoca. Riconoscimenti sono stati assegnati a Ugo Pinna Parpaglia, noto collezionista e memoria storica dell’automobilismo locale, a Piero Angius, da sempre appassionato di motori e vincitore di due titoli italiani nel “Trofeo Giulietta” e Carmen Usai, che può vantare nel suo ricco curriculum la vittoria nella Scala Piccada nell’anno 1955 nella categoria 500.

 

Classifica